Filosofia Sciamanica – Carlos Sauer in Italia

IMG_5782

Carlos Sauer, brasiliano, di origine europea, ha 57 anni e durante un viaggio in California molti anni fa decise di non tornare a casa per avvicinarsi alla cultura nativa dei Cheyenne e altre tribù. Fece la sua prima capanna del sudore (sweat lodge) nel 1982. Venne poi adottato da Nelson Turtle, uno sciamano Cheyenne, nel 1993. Ha fatto un lunghissimo tirocinio con i Cheyenne, apprendendo i segreti dei canti e dei tamburi, del peyote, della capanna del sudore, del tabacco, della cosmogonia e della filosofia indigena. Si autodefinisce operatore olistico ma di fatto è diventato uno sciamano. È un curandero molto forte e discende da un lignaggio di quattro generazioni di guaritori e medium. Era una potente medium sua mamma e sono curanderas due sue sorelle.

Oggi opera in Brasile, perlopiù a Rio de Janeiro, dove conduce cerimonie di tamburi e canti, cerimonie di tenda del sudore e diverse altre pratiche sciamaniche, spesso in collaborazione con la sua compagna Juliana Ramos, psicologa reichiana e con sciamani indigeni, specie Fulni-o del Pernambuco.

Carlos sta fondando la sua propria scuola di sciamanismo e due volte l’anno viaggia in Europa e Stati Uniti per diffondere la cultura e la spiritualità native. In Brasile collabora strettamente con popoli nativi come i Fulni-o e i Guarany. Ha collaborato con diversi istituti di studi sciamanici nel mondo.

Mauro Villone e Lidia Urani operano da 25 anni in Brasile, con la loro ONG Para Ti, nata per dare sostegno a decine di bambini di famiglie poverissime delle favelas di Rio. Accanto a questa attività si è sviluppata, negli ultimi anni la ricerca sulle tradizioni e le culture indigene. Para Ti da dunque sostegno anche a popoli indigeni che vengono ospitati nella sede della ONG diversi mesi l’anno. Tra questi: Fulni-o del Pernambuco, Krenak del Minas Gerais, Huni Kuin e Yawanawà dell’Acre/Amazzonia.

Mauro e Lidia collaborano da diversi anni con Carlos e Juliana nelle attività settimanali a Rio come cerimonie, sessioni di cura, workshop, corsi, relazioni con gruppi indigeni.

La missione di Carlos, Juliana, Lidia e Mauro è quella di diffondere la cultura nativa per dare a più persone possibile opportunità di cura di anima, corpo, spirito e mente.

Questa diffusione avviene tramite l’organizzazione di cerimonie, workshop, corsi, conferenze, pubblicazioni e consultazioni private in Italia, Brasile, Europa.

Le cure individuali le effettua Carlos utilizzando sistemi tradizionali indigeni come canto, tamburo, sonagli, imposizione delle mani, massaggio spirituale, estrazioni con il respiro, induzione al rilassamento profondo, dialogo, meditazione. Le terapie le effettua insieme al fondamentale supporto Juliana, psicologa reichiana. In Italia Mauro e Lidia danno assistenza in vari modi e si occupano della traduzione simultanea dal portoghese.

Ottobre 2017 in Italia

Carlos e Juliana, accompagnati da Mauro e Lidia saranno in Italia dal 4 al 15 ottobre dove per ora è prevista una location nella splendida natura della Collina Torinese.

In questi giorni una serata sarà dedicata a un workshop per cominciare ad apprendere i canti e a suonare il tamburo.

Cinzano Torinese

In una “fazenda” italiana molto suggestiva e immersa nel verde della collina torinese abbiamo individuato la location adatta per le attività sciamaniche nell’area di Torino. È la Ca Dij Cavaij (Casa dei Cavalli in piemontese) dove Emma Trossarelli, Istruttrice Certificata Eponaquest, realizza campi, workshop e attività diverse legate all’approccio olistico agli animali e la natura.

6 ottobre – Cerimonia di Canti e tamburo intorno al fuoco

7-8 ottobre – Workshop sulla cultura e le tradizioni sciamaniche, guarigione e autoguarigione

9-10-11 ottobre – Consultazioni private

In questi giorni una serata sarà dedicata a un workshop per cominciare ad apprendere i canti e a suonare il tamburo.

sauer1

Tema dei workshop e programma

Esplorazione di diverse pratiche sciamaniche. Canti nativi con tamburi, Cheyenne, Lakota, Ojibwa,Cherokee, Chumash e Fulni-ô. Canzoni dell’orso (principale animale totem di Carlos Sauer) utilizzate durante una speciale sessione di guarigione nella quale i partecipanti in meditazione si uniscono al loro animale di potere e agli aiutanti spirituali. Il viaggio sciamanico, guarigione con l’imposizione delle mani e estrazione, anche con l’utilizzo di una pipa Fulni-ô con il loro tabacco sacro per la guarigione.

Sessioni di guarigione a gruppi. Quattro persone ruotano intorno a una, cantando e suonando il tamburo, generando un vortice di energia di guarigione.
Nella tradizione nativa la cura e la guarigione non sono un fatto individuale, ma collettivo.
Nel workshop possono manifestarsi momenti di introspezione e grande coinvolgimento emotivo.

Orari: Sabato 10-13 e 14-17; Domenica 10-13 e 14-17

Obbiettivi e benefici

Lo sciamanismo non è una religione, bensì una filosofia di vita nella quale viene data profonda importanza alle relazioni con gli altri, con l’universo e con la natura. La sapienza e la conoscenza di chi pratica lo sciamanismo avvengono nell’esperienza fisica e spirituale. La meditazione, i canti, l’uso del tamburo e altri strumenti, il fuoco, l’aria, la terra e l’acqua sono esperienze da vivere. L’obbiettivo è il raggiungimento della consapevolezza della sacralità di Sé stessi e di tutto il creato, il raggiungimento della consapevolezza dell’importanza e del significato di Sé e della propria missione nella vita.

Il riavvicinamento a questa consapevolezza è un beneficio fondamentale per chiunque, specie per le persone metropolitane e tecnologizzate, le quali nel tempo si sono sradicate e hanno perso la capacità di contatto profondo con la natura e i suoi elementi.

Per una persona che abbraccia lo sciamanismo nulla è privo di significato, ogni azione, ogni gesto, ogni accadimento viene sacralizzato e la vita quotidiana diventa così una cerimonia continua, un continuo ringraziamento al Grande Spirito.

Le attività non sono certo fine a sé stesse, bensì orientate allo sviluppo della consapevolezza e, in ultima analisi, dell’amore per sé stessi, i nostri compagni di viaggio, gli animali, la natura, gli elementi, gli spiriti, gli ancestrali e ogni altra cosa nel creato. Nello sciamanismo si perde l’erronea sensazione del duale, di vita e morte, di qui e là, di prima e dopo e Tutto diventa Uno.

Costi

Cerimonia canti e tamburi

30€ con iscrizione entro il 31 luglio

33€ con iscrizione entro il 8 settembre

36€ con iscrizione entro 20 settembre

40€ con iscrizione entro 27 settembre data chiusura iscrizioni

 

Workshop sciamanismo

320€ con iscrizione entro 08 settembre

350€ con iscrizione entro 15 settembre

370€ con iscrizione entro 22 settembre data chiusura iscrizioni

INCLUSI 2 PASTI

 

Consultazioni private

100€ con iscrizione entro 16 agosto

120€ con iscrizione entro 30 agosto

130€ con iscrizione entro 10 settembre

140€ con iscrizione entro 20 settembre data chiusura iscrizioni

VERSAMENTO SU:

ASSOCIAZIONE GENTE DELLA CITTA’ NUOVA

BANCA REGIONALE EUROPEA – AG.TORINO

IBAN:  IT85C0311101007000000005946

Mandare attestato bonifico e nomi a unaltrosguardo@libero.it

INFO: unaltrosguardo@libero.it

DOVE

Cerimonia e workshop saranno qui:

Ca Dij Cavaij – Assoc. Culturale

Via Derocati Inferiore 6/2, 10090 Cinzano (To)
Le consultazioni private in luogo che verrà comunicato più avanti.

 

Rispondi