La data limite dei veggenti brasiliani

umbanda1

Siamo alle solite. Sono ormai millenni che viene pronosticata la fine del mondo. Dalla perduta Atlantide alle profezie di Gesù, poi i Maya, da Nostradamus ai Rosacroce e chissà quanti altri. Fine di millenni, allineamenti perniciosi di pianeti, oggettive osservazioni scientifiche che spiegano come siamo realmente oltre al punto di non ritorno.

Cosa c’è di vero?

E io che ne so.

L’unica cosa che posso fare è il cronista. Ovvero raccontare qualcosa di concreto, osservato personalmente, con la presunzione che si tratti di notizie nuove.

Sono costretto a riassumere enormemente, poiché le esperienze che sto vivendo da anni in Brasile sono molte, articolate e complesse e con esse sto lavorando a un nuovo libro. Qui voglio parlare il più sinteticamente ed efficacemente possibile del tema in oggetto.

Il Brasile, come si sa e avrò modo di approfondire nel libro, è terra di veggenti e medium. Vi si trovano tra i più potenti al mondo. Uno di questi, passato a un altro piano di esistenza alcuni anni orsono, era Xico Xavier. Un uomo straordinario, che aveva psicografato centinaia di libri, venduti in tutto il mondo a milioni di copie e dei quali non aveva mai preso una lira dei diritti, devolvendo tutto regolarmente in beneficienza. Un’altra sua attività era quella di ricevere ogni giorno decine e centinaia di persone che andavano a trovarlo per ricevere cure, conforto, aiuto o mettersi in contatto con i propri cari defunti. Cose che avvenivano regolarmente e per le quali non ha mai percepito un soldo, vivendo tutta la vita in semplicità e frugalità.

In primo luogo Xico Xavier sapeva che i morti non sono affatto morti, ma hanno semplicemente abbandonato il corpo biologico e continuano a evolversi su altri piani di esistenza.

Ebbene Xico Xavier, tra le altre rivelazioni che aveva fatto, sosteneva che ci fosse una data limite nel processo storico che stiamo vivendo ora e che tale data si attestasse intorno al 2019 della nostra era. Alcuni altri medium e veggenti concordano con questa profezia, altri no. E proprio qui viene il bello. Quelli che concordano con lui sono altri personaggi di un interesse superlativo e qui intendo parlare di loro. Allacciate le cinture, poiché quello che andrò a raccontare è probabile che superi le più visionarie aspettative.

Uno di questi personaggi è la dottoressa brasiliana Monica de Medeiros, medium, contattista e medico. La dottoressa è molto conosciuta in Brasile, formatasi alla Unicamp e poi specializzatasi in chirurgia a Chicago, membro della Società di Chirurgia Internazionale, terapeuta in reiki, conferenziera di livello internazionale, scrittrice, abdotta e contattata. Ha fondato a San Paolo la Casa do Consolador, che cura gratuitamente 5.000 persone ogni mese, e distribuisce, sempre mensilmente, 4 tonnellate di cibo per umani e 1 tonnellata di razioni per animali, oltre a vestiti e altri aiuti.

La dottoressa conferma le previsioni di Xico Xavier.

Ma ancora più sconcertante il caso del Professor Laercio Fonseca, che ho conosciuto personalmente alcuni mesi fa, partecipando a un suo seminario di alcuni giorni. Da allora ho iniziato ad approfondire i suoi studi con passione, con l’obbiettivo, entro fine 2018 di partecipare a un ritiro nel suo Ashram, che si trova nella cittadina di Sao Tomé das Letras, nel Minas Gerais. Uno dei luoghi più ricchi di avvistamenti Ufo del pianeta.

Chi è Laercio Fonseca? Purtroppo per i negativisti è un personaggio abbastanza straordinario.

fonseca

Nato 62 anni fa in una famiglia talmente povera che non poteva nemmeno comprargli i libri per studiare, si formò, un anno dopo l’altro, con i testi che prendeva in prestito nelle biblioteche pubbliche, fino ad arrivare alla laurea in fisica all’Unicamp, l’Università di Campinas, nello stato di San Paolo. Specializzato in astrofisica, cosmologia e fisica quantica è stato professore nella stessa Università e ha insegnato in diversi istituti.

È anche musicista, esperto di yoga, kung-fu, arti marziali, filosofie orientali e medicina cinese. Grande comunicatore e organizzatore di eventi, ha lavorato con diverse emittenti e fino a circa 30 anni fa organizzava conferenze e convegni per l’università, anche su temi scottanti per la scienza, come l’ufologia.

Poi ha dovuto cominciare a muoversi autonomamente, pur mantenendo contatti con esponenti del mondo scientifico. Perché?

Perché oltre alla formazione di cui sopra è anche spiritualista, medium e contattista. Non era più possibile per lui andare a due velocità. Ovvero quella della scienza ufficiale, sebbene in Brasile sia ben più aperta e possibilista che in altre parti del pianeta, e quella di un medium che vedeva, negli incontri, la presenza di entità provenienti da altri mondi.

Non è un medium-contattista qualsiasi, bensì forse il più potente che ci sia sulla faccia della terra. Ovvero, da quando era piccolo fino a oggi, vive praticamente su diversi piani di esistenza. Da quello biologico che tutti conosciamo a quello del contatto con entità di altri mondi, altri livelli di coscienza, altri pianeti e galassie.

Come dimostrare che tutto quello che io riporto e che lui dice è vero?

Non si può. Posso solo spiegarvi per quale ragione io (come del resto altre persone) ritenga tutto ciò assolutamente plausibile, contando solo sulla mia intelligenza, la mia coscienza, il mio intuito, la mia esperienza i miei studi personali.

Le innumerevoli conferenze del professor Fonseca, reperibili su Youtube, generalmente della durata di 1 ora e mezza o due, sono estremamente piacevoli, dotte, circostanziate. I ragionamenti e le informazioni che porta sono del tutto coerenti. E questo accade da decenni. Ovvero tutto il sistema da lui creato per spiegare la Realtà in maniera completamente diversa da come lo spiega il sistema di pensiero imperante è totalmente coerente e ragionevole. Tale coerenza ha permesso di produrre addirittura, coinvolgendo numerosi altri tecnici e ricercatori, un docufilm intitolato “Il Progetto Terra e la data limite”. Praticamente basato quasi solo ed esclusivamente sulle sue doti di conferenziere, senza una caduta che sia una.

Fonseca ha anche scritto diversi libri dottissimi. Tra questi “Ufologia e fisica quantica”, basato su teorie fisiche e formule matematiche, il quale tenta di creare un ponte tra spiritualità, spiritualismo e scienza.

Non è così facilmente esportabile all’estero per due ragioni fondamentali. La prima ovviamente è la lingua. Ma questa è facilmente risolvibile, poiché io, per esempio, sono ormai abituato alla traduzione simultanea in conferenza su certi temi. L’altra è che in Brasile c’è una molto maggiore abitudine a trattare argomenti che altrove sono avversati o addirittura del tutto sconosciuti. Per un brasiliano, spiritualismo, umbanda, convivenza tra un mondo prosaicamente materiale come le grigliate e la birra e veggenti sono all’ordine del giorno, mentre altrove non è così. Questo può creare difficoltà nel presentare determinati argomenti e, soprattutto, presentarli nel modo corretto. Ovvero occorre entrare in empatia con chi trasmette le informazioni, maggiormente che in altri contesti.

Detto ciò mi fermo, non intendo convincere a tutti i costi. Ho inteso solo spiegare nel migliore dei modi i motivi per cui credo che il sistema di pensiero di Fonseca meriti di essere approfondito. E proseguiamo.

Tutto il sapere del professor Fonseca è veramente azzardato riassumerlo in poche pagine, per non dire poche righe, poiché è veramente vasto. Ma ai fini della tesi in oggetto, ovvero la “data limite”, posso tentare una sintesi, senza la pretesa di far credere che sia tutto vero, ma con l’intento di trasmettere nelle grandi linee il funzionamento del sistema cosmo come lo spiega il professore e che, come ho tentato di fare sopra, tale spiegazione potrebbe ragionevolmente risultare plausibile.

Scusate tutte queste digressioni, ma il campo è minato.

Il sistema che andrò a spiegare è, in estrema sintesi, quello che il professore illustra nei suoi seminari. In questi seminari spiega come riesca a coordinare quanto appreso negli studi scientifici e quanto gli hanno spiegato e gli spiegano diversi maestri con i quali lui è quotidianamente in contatto e che provengono da innumerevoli altri mondi e piani di esistenza. Un’altra premessa è avere la consapevolezza del fatto che il sistema cosmo e il progetto di evoluzione relativo è incomprensibile nel suo insieme a una mente umana, per forza di cose limitata. Siamo come insetti al cospetto di una mente come quella di Einstein, o forse ancora peggio.

E veniamo al dunque, così come è spiegato nel docufilm e nel libro “Progetto Terra”, e suffragato, anche con dimostrazioni di fisica quantistica e formule matematiche, nel libro “Ufologia e fisica quantica”. Tenete presente che si tratta di un riassunto estremo e per spiegare tutto nei dettagli non basta un libro, ma, come in effetti fa il professor Fonseca, decenni di conferenze e seminari, numerosi testi e vastissimo materiale video.

fonseca1

Il nostro pianeta, così come lo conosciamo, non sarebbe che la parte più densa, fisicamente, di un sistema molto più ampio. In questa parte più densa hanno luogo i processi geologici, biologici e sociali che conosciamo tutti. In realtà esistono altri livelli di esistenza che ospitano vita non biologica, inclusi gli spiriti dopo la morte e altre entità, i quali si troverebbero a diverse altitudini sopra il pianeta. Il primo livello sarebbe a circa 500 chilometri di altezza, seguito da altri cinque o sei, con livelli di densità sempre inferiore e, per contro, di illuminazione della coscienza sempre maggiore. All’ultimo livello si troverebbe un “Comando Planetario” che coordina tutto quanto avviene ai livelli inferiori e riporta informazioni ai livelli superiori.

Quali livelli superiori?

In realtà tutti i pianeti avrebbero una struttura di questo tipo e così pure i sistemi solari, le galassie e gli ammassi di galassie. In una struttura di livelli di densità decrescenti e illuminazione crescente senza fine, ma con finalità ben precise, del tutto incomprensibili a una mente umana.

Tali livelli non sono generalmente percepibili dai più poiché fatti di materia meno densa che vibrerebbe a frequenze diverse da quella che comunemente conosciamo. Lo spiego più avanti.

Nei livelli di coscienza superiore e densità inferiore sarebbe possibile spostarsi non solo a velocità ben superiori a quelle della luce, ma anche a velocità, per così dire, infinita. Ovvero essere simultaneamente in ogni luogo dell’universo in ogni istante. Ed è così che si sposterebbero le entità extraterrestri. Ovvero lo farebbero non con corpi biologici e astronavi dense, bensì con corpi e astronavi sempre fisici, ma di bassissima densità. Percepibili solo in determinate condizioni dagli esseri umani. E questo spiegherebbe la relativa rarità degli avvistamenti, quasi sempre inspiegabili, e anche il tentativo di diverse entità di comunicare con gli umani in modi peculiari, come per esempio i cerchi nel grano.

Le densità inferiori il professore le spiega illustrando come la scienza sappia che qualsiasi corpo fisico, incluse le particelle subatomiche, ha frequenze di vibrazione ben precise. Detto in poche parole un elettrone può vibrare con diverse frequenze. La vibrazione a certe frequenze renderebbe la materia percepibile alla coscienza umana (così come la conosciamo), mentre altre frequenze renderebbero gli stessi tipi di particelle non percepibili alle stesse coscienze, ma comunque esistenti e percepibili da altri tipi di coscienze.

Come ho già spiegato prima, ma lo ribadisco, trovo le spiegazioni del professore, sebbene francamente incredibili, non solo coerenti tra esse, ma anche con altri sistemi di pensiero che ho approfondito nella mia vita, come per esempio Castañeda, lo sciamanismo, le credenze indigene, il cristianesimo, la cabala, il tantrismo, il buddismo, il taoismo, lo spiritualismo e altre. Ma procediamo. Dobbiamo arrivare alla “data limite”.

 

In tale sorprendente sistema nel quale, come già accennato, si trova un disegno preciso di evoluzione coscienziale, perlopiù incomprensibile a una mente biologica umana, esisterebbero anche operazioni e scadenze precise. Tali scadenze precise non toglierebbero nulla al nostro libero arbitrio, anzi sarebbero in qualche modo flessibili, poiché influenzate dal karma di individui, gruppi, umanità, entità diverse, in una mescolanza gigantesca che in effetti io credo di ravvisare in ciò che il Buddismo chiama “Legge mistica dell’universo”, una legge precisa, ma incomprensibile poiché composta da una quantità infinita di variabili.

Per tale ragione la “data limite” non è un momento esatto, ma un periodo indicativo nel quale dovrebbero avvenire cambiamenti drastici, come visualizzato dai veggenti.

Come detto in apertura tale data si attesterebbe intorno al 2019.

Cosa avverrà?

Tutti conosciamo, chi con maggiore coscienza chi meno, le condizioni nelle quali versa il pianeta, sul piano politico, economico, sociale e, soprattutto, ambientale. Potremmo affermare tranquillamente di trovarci in un periodo di terribile abbandono, conflitto, tenebre e oscurità. D’altra parte è anche ragionevole pensare che oggi si sia arrivati, se non ovunque, in diverse parti del pianeta, a un più elevato livello di coscienza, se non altro nel riconoscere che vanno rispettati diritti umani, degli animali e della terra nel suo insieme. E’ in aumento altresì l’inclinazione di persone e interi gruppi alla ricerca spirituale.

Ebbene, quello che il professor Fonseca afferma che potrebbe accadere e il seguente. Potrebbe verificarsi un cambiamento epocale e tale cambiamento potrebbe avvenire più o meno dolcemente o violentemente. Il fatto di cadere in un conflitto mondiale, magari nucleare, è una possibilità che tutti stanno cercando di scongiurare. In ogni caso in un periodo a breve scadenza ci sarà un cambiamento in positivo del livello di coscienza di tutta l’umanità e un palese intervento dall’esterno, ovvero extraterrestre che, con mezzi di tecnologia sconosciuta agli umani e di livello elevatissimo, ripulirebbe il pianeta da tutta la polluzione e le macerie create negli ultimi decenni di storia.

Tale intervento avrebbe quindi il duplice intento di ripulire fisicamente il pianeta e di palesare la presenza nel cosmo di innumerevoli razze extraterrestri e di entità viventi non biologiche, con l’intento di elevare il livello di coscienza di tutta l’umanità, e dare inizio a un periodo d’oro di luce e felicità.

Le anime umane incarnate in questo periodo storico prenderanno coscienza dell’eternità della vita, la quale non è legata alla sola esistenza del corpo biologico, ma è spirituale e autonoma e si sviluppa per tutta l’eternità su diversi livelli di coscienza. In sostanza la morte come la intendiamo ora non esiste (come sosteneva Osho e sostengono diversi maestri), ma è solo un passaggio di stato che permette di continuare a sviluppare il proprio Dharma su diversi piani di esistenza, perdendo inoltre progressivamente il senso di essere un’entità isolata ed essere invece si un’identità precisa, ma collegata a infinite altre in una rete infinita di amore e scambio reciproco di energia.

livro-fisica-ufologia-750x750

Tutto questo dovrebbe avvenire in tempi ragionevolmente brevi, ovvero, secondo alcuni veggenti, proprio nel 2019 o perlomeno avere inizio in questa data.

A questo punto potete fare quello che volete. Non crederci, fregarvene, farvene una ragione, lavorarci su, approfondire, scrivermi.

Una cosa che, almeno per quanto mi riguarda personalmente, non potete fare e insultarmi o fare del sarcasmo di bassa lega per la semplice ragione che non mi interessa e non so che farmene. D’altra parte, al di là di date e schemi, omini grigi e rettiliani, esiste un tema ancora più profondo e interessante tra le pieghe di quanto Fonseca spiega e insegna. Ovvero chi siamo noi veramente? Chi sono io? Qual è il senso profondo dell’esistenza e di tutto ciò che ci circonda?

Per il resto chi volesse approfondire sono aperto al dialogo e non mi dispiacerebbe affatto invitare il professor Fonseca in Italia per incontri e conferenze.

Che tutto ciò sia crescente consapevolezza o ridicola credulità è relativo e non mi impedirà di continuare nelle mie consuete attività, specie quella di fare la pizza il mercoledì o il giovedì con i bambini della nostra Ong a Rio.

Un cordiale saluto.

Di seguito alcuni link alle conferenze del Prof. Laercio Fonseca

https://www.youtube.com/watch?v=IgPs-xcaNTo&t=156s

https://www.youtube.com/watch?v=Pcg1CwCbpNU

https://www.youtube.com/watch?v=RPW54LumeMA&t=33s

 

 

 

One thought on “La data limite dei veggenti brasiliani

Rispondi