Gli Uomini-giaguaro

uomo-giaguaro

Testo: Mauro Villone – Foto: Lidia Urani

La cortese domanda di un’amica su Facebook mi ha indotto a scrivere questo breve post per spiegare cosa stiamo facendo a Rio.
Il nostro centro Para Ti, oltre ad essere destinato a dare amore, rifugio, educazione e sostegno a bambini dai 5 ai 12 anni che abitano in povertà nelle favelas, lo abbiamo fatto diventare un laboratorio culturale per tutti, nel quale si intrecciano esperienze di viaggio, volontariato, meditazione, yoga, danze tribali, pitture corporali, canti indigeni, world music, ecoturismo, antropologia visuale, fotografia, giornalismo scritto e video.
Qui si incontrano artisti, scrittori, fotoreporter, giornalisti, videomaker, tribù indigene, curanderos, volontari, gente che abita e vive nelle favelas, attori di teatro e cinema, registi, meditatori, coreografi, antropologi, viaggiatori, avventurieri, studiosi, escursionisti, subacquei, surfisti e parapendisti.
Essendo tutto il lavoro al centro focalizzato sull’espansione della coscienza accettiamo (e attiriamo) solo persone dotate di consapevolezza umana ed ecologica, interessate ad approfondire le loro vite e ad espandere le loro coscienze nel massimo rispetto di tutta l’umanità e del pianeta.
Abbiamo chiamato di nostra iniziativa questo tipo di persone Uomini-giaguaro o Donne-giaguaro. Non si tratta di una categoria, un gruppo o un’etichetta. È semplicemente un modo di dire degli indios che ci piace molto e che abbiamo fatto nostro.
Gli indios brasiliani parlano spesso di donne-giaguaro o uomini-falco, tanto per fare un esempio, poiché per loro è normalissimo associare un certo comportamento umano in armonia con l’universo e la natura a quello di un qualche animale. Una delle strade sciamaniche più percorse è quella che porta alla natura e al mondo animale. Gli sciamani cercano di DIVENTARE come animali, poiché gli animali, indipendentemente dal fatto che pensino e ragionino o meno, “SANNO”. Ogni persona, anche se non è consapevole (e la stragrande maggioranaza degli urbanizzati ne è del tutto all’oscuro, anche se ha un cane o un gatto in casa) ha uno o più animali-totem. Spiriti guardiani che hanno un legame con egli e che lo guidano nell’altromondo, gli insegnano, lo mettono alla prova, gli danno forza, amore ed energia. Una persona può trasformarsi in donna-giaguaro, uomo-falco o qualsiasi altro animale. Può abbandonarsi al potere del serpente, all’amore di un’orsa, alla libertà di un condor.
Gli Uomini-giaguaro è un nostro modo di dire per indicare persone che hanno consapevolezza di essere centri energetici immersi nell’universo e nella natura e di dover lottare per salvaguardare la Madre Terra e tutto quello che ci sta sopra, dentro e attorno. Si tratta di persone qualsiasi, né superiori né inferiori alle altre, che non è detto debbano avere la vernice sulla faccia e i fiorellini in testa, ma che, più o meno consciamente, hanno deciso di combattere per arrivare a godere a fondo di ciò che è normale: l’amore, la solidarietà, la condivisione, la bellezza, la coscienza cosmica, la profonda essenza mitica della Vita.

L'autore con Ari-tan, capo di un gruppo di Fulni-o. Mio pittore corporale, artista e danzatore al quale offro la mia più profonda gratitudine per avermi fatto scoprire il mio grido di combattimento.

L’autore con Ari-tan, capo di un gruppo di Fulni-o. Mio pittore corporale, artista e danzatore al quale offro la mia più profonda gratitudine per avermi fatto scoprire il mio grido di combattimento.