Allarme Amazzonia

Il magnifico deserto del Lençois (Brasile), una della tante aree a rischio di devastazione per il cambiamento climatico.

Il magnifico deserto del Lençois (Brasile), una della tante aree a rischio di devastazione per il cambiamento climatico.

ALLARME! Il governo di quella sporca corrotta di Djilma va fermato. Adesso che Sting fa i corsi di vendemmia a caro prezzo nelle sue vigne in Toscana nessuno si preoccupa più dell’Amazzonia. Non è mai stata devastata così tanto come negli ultimi anni. Un immenso cantiere. La stanno depredando definitivamente. Vedendola dall’alto in aereo si presenta come un animale ferito e spelacchiato, con aree disboscate a destra e a sinistra. Il Brasile sta già patendo i danni del disboscamento selvaggio con la più grave siccità degli ultimi 70 anni. Non piove più, letteralmente. Oltretutto la grassona con i suoi scagnozzi non aveva calcolato che le sue devastanti idroelettriche non funzionano senza acqua: Belo Horizonte è al buio. Bisogna fermarli!

Nel frattempo il Presidente della Nestlé fa dichiarazioni folli. Secondo questo figuro, potete vederlo come un serpente sotto spoglie umane o come un ritardato psico-sociale, non so, l’acqua non è un bene basico per l’umanità e va privatizzata.
https://www.youtube.com/watch?v=5a8qzsM9Kqg&sns=em
(Sottotitolato in inglese)

A Rio de Janeiro e a Sao Paulo manca l’acqua. Il problema è serio, ma potrebbe addirittura diventare letale se non si riesce ad approvvigionare d’acqua alcune aree.

Il mondo è in mano a dei pazzi completi e la “classe media” si preoccupa della crisi finanziaria che non permette più di comprare la seconda auto e la pizza tutte le settimane. La situa è davvero molto grave amici. Gli autorevoli giornaletti italiani, a cui tutti fanno riferimento, parlano dei battibecchi tra i richissimi giudici e il ricchissimo Renzi, della Juve e se l’Euro ce la farà o meno. Mentre siamo sull’orlo di un abisso ben più devastante. Credo che nei prossimi anni vedremo davvero cose che non avremmo pensato che potessero verfcarsi sul serio.

E’ davvero giunto il momento di far un salto nella coscienza. Il risveglio può essere addirittura traumatico, ma è necessario.

Mi trovate ancora una volta ridicolo e patetico? Benissimo. Continuate a fare i servi di questi serpenti, e a sperare che un giorno arrivi la cavalleria americana a liberarvi.

Mauro Villone